VII DOMENICA: Mt 6,24-34 “Non preoccupatevi del domani.”

 

“Io non ti dimenticherò” (Is 49,15), dice il Signore per bocca di Isaia. Il profeta mette in luce la nostra paura, tipicamente umana, di essere dimenticati, abbandonati da Dio o dai nostri affetti. A questo timore il salmo risponde di affidare le nostre vite a Lui e di confidare nel Suo intervento che salva; in altre parole, di aprire il cuore a Lui, poiché solo Lui è capace di metterci al sicuro dalla tentazione di volere per primi riuscire ad amare Dio. Quest’amore, questa speranza ci permette di comprendere la parola di Gesù di oggi: Egli ci invita a non preoccuparci del nostro amore per Dio, della sua qualità, a volte misera, ma lasciarci trasformare radicalmente dal Suo amore per noi.

Oggi, la S.Messa delle 12, è stata presieduta da Mons. Giuseppe Liberto il quale ieri ha guidato il 4° convegno di musica sacra. Vi proponiamo la bella omelia che ci ha offerto.